BLOG

BONUS MOBILI 2019

Bonus Mobili 2019 per Ristrutturazione

Importanti novità relative al bonus mobili 2019. Anche quest’anno puoi risparmiare con la detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di:

  • mobili nuovi (letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi e apparecchi di illuminazione) più in generale dell’arredamento completo
  • grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+, (A per i forni), per apparecchi provvisti di etichetta energetica (frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento)                                                                                      

Si possono inserire anche le spese di trasporto e di montaggio degli oggetti acquistati.

L’importo massimo detraibile non può essere superiore a € 10.000,00.

Ad esempio da una spesa detraibile di € 10.000,00 si può ottenere una detrazione di € 5.000,00 in 10 anni (€ 500 all’anno)

Chi può richiederla?

La detrazione può essere richiesta solo da chi ha effettuato un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato dal 01/01/2018.

Il Bonus riguarda spese sostenute dal 01/01/2018 al 31/12/2019.

La data di inizio dei lavori di ristrutturazione deve essere anteriore a quella dell’acquisto dei beni.

La detrazione può essere richiesta anche dai residenti in condominio ma solamente per le spese di acquisto degli arredi delle parti comuni come guardiole o appartamento del portiere e non per la propria unità immobiliare.

Pagamento

Il pagamento può avvenire con bonifico bancario o postale ed è necessario indicare i seguenti dati:

  • codice fiscale del beneficiario della detrazione
  • partita iva o codice fiscale del beneficiario del bonifico

Il pagamento può avvenire anche con carta di credito ed in questo caso il giorno di utilizzo della carta verrà considerata come data del pagamento.

Per ottenere la detrazione non è possibile invece pagare con assegno, contanti o altri tipi di pagamento.

Documenti da conservare:

  • ricevuta del bonifico o della transazione avvenuta con carta di credito (documenti in cui si rileva l’addebito sul conto corrente)
  • fatture di acquisto dei beni, indicanti natura, qualità e quantità dei beni e dei servizi

Verifica tu stesso il sito dell’agenzia delle entrate